giovedì 6 novembre 2014

Zafferano coltivazione e proprietà giallo zafferano






Lo Zafferano (crocus sativus) il suo nome deriva dall’arabo e significa Giallo, sottolineando la sua proprietà che lo ha reso famoso, o forse no, nel senso che l’elegante e timido zafferano è circondato da una fama di alto profilo, dal Medio Oriente al Mediterraneo all’India ogni cultura dove è stato introdotto gli ha attributo capacità e simbologie straordinarie. 

Lo zafferano è stato usato per secoli come colorante, naturale, mentre l’uso alimentare o erboristico era considerato secondario.




  • Perché lo zafferano costa così tanto, all’incirca 30 euro al chilo? 
Sarà solo effetto di marketing storico, cioè la sua fama o c’è altro? 


Oggi ti voglio raccontare una giornata speciale: 


  • La raccolta dello zafferano

Grazie a Diana e Christian.
Christian da 4 anni ha deciso di diventare un coltivatore di zafferano, già e come capita nello spettacolo della Natura ci sono dei colpi di scena. 
La fioritura prometteva bene, pur essendo una stagione insolita caratterizzata da un’estate non calda e piovosa e un autunno estivo all'improvviso vento del nord.

Una mattina si è verificata un’esplosione di fioritura e sono stata convocata di emergenza per la raccolta!

Meraviglia, sperimentare, toccare, annusare vivere lo zafferano.

Appena sono arrivata due aspetti mi hanno colpito: brevi file di violetto che contrastavano con il terreno giallognolo e l’odore.

La piccola squadra di raccoglitori era operativa, tutti i fiori devono esser presi su prima che il sole sia caldo, ormai le prime ore del mattino erano già andate, quindi lavorare concentrati e attenti.

Ogni fiore è diverso, unico, simile certo agli altri, tuttavia una combinazione irripetibile di colori.

Il sole saliva e l’odore cresceva e le api arrivavano.

Nessuno è stato punto dalle api che poverine alla fine si sono trovate senza fiori.


Dopo pranzo tutti a sfiorare, cioè aprire delicatamente il fiore ed estrarre i tre pistilli rossi.

Lo zafferano si trova nei filamenti rossi con i riflessi dorati. 

Seduti intorno al tavolo chiacchiere, facezie amenità, un modo di conoscersi.

L’attenzione è tanta, basta poco per rovinare il fiore e il suo prezioso contenuto, viene da domandarsi se la buona energia del gruppo dia un qualcosa in più allo zafferano, oppure siano il suo odore inebriante e quel suo raffinato luccichio capaci di creare un magico ambiente?

Una volta preso lo zafferano i fiori vengono messi in giardino, dove le api creano un gioioso ronzio.

I pistilli vengono essiccati e poi messi in barattolini.


Le varie tradizioni curative hanno riconosciuto allo zafferano proprietà energizzanti, antidepressive e stabilizzanti dell’umore,  questo è confermato da contenuto di vitamine A, del gruppo B e C.

 Ha una buona presenza di minerali come calcio, ferro, fosforo, magnesio, anche sostanze carotenoide come il licopene, che si trova anche nel pomodoro.
 L'odore però non si può raccontare..

Quanti fiori servono per fare un grammo di Zafferano?
 Circa 200 fiori vengono raccolti, aperti per estrarre 600 pistilli che peseranno un grammo.