venerdì 12 aprile 2013

BORRAGINE: CURIOSITÀ


Il nome Borragine sembra avere una doppia origine, entrambe sottolineano due proprietà di questa benefica pianta.

Dal celtico borrach (coraggio). Il vino arricchito con i fiori e le foglie di Borragine è stato lungamente usato nelle diverse tradizioni, dagli antichi romani ai celti, alla Grecia,  comunque per la sua capacità di infondere serenità, buonumore e talvolta coraggio. 
Tra le proprietà preziose di questa erba officinale c’è quella di essere un tonico per il sistema nervoso. L’infuso di Borragine può aiutarci a ritrovare un giusto equilibrio.

Dall'arabo abourash (padre del sudore), riferendosi alla sua proprietà sudorifiche, che ci possono giovare negli stati febbrili. 

I fiori della Borragine si adattano a usi cromatici piacevoli, ad esempio posso essere congelati per creare dei divertenti cubetti di ghiaccio colorati, di sicuro effetto se aggiunti alle bibite estive. Aggiungere un tocco di colore alle insalate, oppure canditi e usati per decorare le vostre torte.