lunedì 30 aprile 2012

TARASSACO IN CUCINA


Il Tarassaco è un pianta largamente diffusa. Regaliamoci una passeggiata in campagna per raccogliere le foglie primaverili. 

Un piccola attenzione: il tarassaco ha un gusto amarognolo, raccogliete le foglie più tenere e nel dubbio aggiuntele all'insalata, oppure provate i fiori, sono meno amari e danno un bel tocco all'insalata, se al contrario i sapori forti vi sono graditi, provate un depurante insalata di solo Tarassaco

Bruschette al Tarassaco
Provate a preparate delle gustose bruschette con pane tostato, su cui disporrete il Tarassaco lessato, condire con olio extravergine d'oliva.

Boccioli di Tarassaco si possono conservare sotto sale
Far appassire leggermente i boccioli in zona ombreggiata e ventilata, poi disporli in barattolo di vetro, alternando uno strato di boccioli a uno di sale grosso, finendo comunque con il sale. 

Se volete provare un'elaborazione leggermente più difficoltosa, dopo aver lasciato i boccioli un giorno nel sale, toglieteli scrollano il sale e riponeteli in un barattolo di vetro. Mettete a bollire Aceto bianco, Vino Bianco secco e Acqua in proporzione di due, uno, uno: ad esempio 300 cc di aceto, 150 cc di vino e 150 cc di acqua, con aromi se graditi di alloro, grano di pepe, lasciar bollire per 2/3 minuti. Versate il liquido ancora ben caldo sui boccioli, chiudete e rovesciate un paio di volte. Conservare in luogo fresco e asciutto.
I boccioli sia sotto sale e sia sott'aceto possono essere impiegati come  i capperi