giovedì 12 gennaio 2012

CICORIA: proprietà e mito



L'etimo del nome Cicoria è incerto, di sicuro sappiamo che l'uomo si avvale delle sue proprietà, sia in cucina e sia come erba officinale, da tempo immemore. 
Plinio ci testimonia che gli Antichi Egizi già la conoscevano.


Erba spontanea ampiamente diffusa e cosmopolita, amante del clima temperato, si trova in tutti i continenti. I suoi fiori si aprono all'alba e si chiudo al tramonto e la loro colorazione, grazie alla presenza di un enzima reattivo alla luce solare, varia con l'intensità nell'arco della giornata.


La tradizione popolare rumena spiega l'eliotropismo della Cicoria con una leggenda. Il Sole chiese alla bella Floridor di sposarlo. Arrabbiato per il rifiuto della giovane, il Sole la trasformò nella pianta di Cicoria i cui fiori devono seguire il sole 






La Cicoria ci offre sali minerali, vitamine quali la b,c,p,k. Quest'erba ha azione depurativaantinfiammatoria, drenante, diuretica, digestiva, ci offre il suo aiuto contro il diabete e l'obesità.


Della preziosa Cicoria utilizziamo tutto: le foglie, i fiori e la radice.
Ad esempio la radice tostata costituisce un surrogato del caffè, digestivo e senza caffeina.